Messico, nuvole e Canada

Mi sembra impossibile pensare che sia passato così tanto tempo e sopratutto così velocemente…sono passati quasi 11 mesi dal nostro rientro in Italia, dopo 20 giorni di allegria e spensieratezza in giro per il mondo…un viaggio speciale, unico che ci ha regalato molto; un viaggio perfetto che ci ha riempito il cuore di gioia, capace di farmi commuovere anche a distanza di mesi…un viaggio che ci ha insegnato a viaggiare e che ci ha cambiato…si! Perchè in fondo è questo lo scopo dei viaggi….farti tornare diverso, con qualcosa in più, rispetto a quando sei partito! Siamo partiti per  il Messico per un evento molto importante: il matrimonio di mio cugino, che mai avrei potuto perdere! Avere avuto l’occasione di partire tutti insieme ha reso questo viaggio magico e lo ha trasformato in una divertentissima trasferta di famiglia! Come ogni momento importante, anche in questo caso, non potevo non realizzare nulla e così, mi sono occupata dei segnaposto con confetti  creando le mie amate e (ormai) super collaudate fragoline tutte rigorosamente nelle sfumature del lilla, colore scelto per tutti gli allestimenti floreali e non. 

Il tema del matrimonio era puramente messicano!  Merletti bianchi  di carta su cui erano stati incisi i nome degli sposi, luci lilla e viola illuminavano i tavoli e insieme a  candele e fiaccole creavano un’atmosfera perfetta.  Essendo un matrimonio messicano, non poteva mancare la “Catrina messicana” ( il classico scheletro di donna adornato e coloratissimo) e così, seguendo questo tema, e basandomi sulle indicazioni degli sposi, ho realizzato un guest book in cui poter lasciar loro un messaggio dopo essersi scattati una foto spiritosa con la polaroid utilizzando, cerchietti, palloncini e maschere a forma di scheletro super colorate  e  brillantinate. Confesso di averne scattate due in più che conserverò nell’album insieme a tutte le altre.

Infine, ho dipinto su tela un albero della vita sul quale ogni invitato doveva lasciare la propria impronta ( anche queste nei colori del lilla e del verde) come se fosse una foglia; un ricordo per gli sposi  di tutti coloro che hanno partecipato al  loro giorno speciale, da poter appendere in camera. E’ stato molto divertente cercare ed utilizzare questi timbri, è un’idea che mi è piaciuta moltissimo e che riutilizzerò sicuramente anche per il mio matrimonio… 

Ho lasciato una parte del mio cuore in Messico e sento di non aver concluso con questo Paese;  sono rimasta affascinata dalla loro cultura e dalle loro tradizioni, in particolare da quelle relative alla festa dei morti: il “Dìa de Muertos” e se chiudo gli occhi riesco ancora a vedere tutti i suoi colori, a  sentire gli odori  ed a percepire la sensazione che si prova nel camminare nelle viuzze polverose e assolate che portano all’oceano…di giornate e momenti indimenticabili ne abbiamo vissuti tanti…attimi che spero di tenere indelebili nella mente: i margarita sorseggiati guardando il tramonto sull’oceano; i mariachi, che con i loro abiti ,musiche caratteristiche e  con le loro splendide voci mi hanno fatto sognare; i suoi teschi colorati, simbolo per eccellenza del Messico… quello che non dimenticherò mai  sono le scarpinate sotto il sole cocente, con in testa il sombrero a visitare le fabbriche di tequila tra i cactus giganti; i pranzi con del buonissimo guacamole e tortillas; la noce di cocco bevuta appena staccata dall’albero su una spiaggetta deserta e incontaminata dove non esistono bar e l’andare il giro per la cittadina con  una golf car a scovare e raggiungere le calette più belle…una tra tutte: “la playa de los muertos” (quanto vorrei essere ancora lì!!)!! 

sono rimasta colpita dai suoi colori accesi e vivaci, così perfetti in quelle piccole cittadine caratteristiche baciate dal sole tutto l’anno piene di allegria, di  musica, del calore della gente e di vita semplice! è stato come tuffarsi in un altro mondo, completamente diverso dal nostro ma che vale davvero la pena  andare a vedere!!  io spero di poter tornare presto a visitarlo  per poter conoscere  meglio la loro cultura, le loro usanze e scoprire tutto ciò che può ancora offrirmi…

Ma il nostro viaggio non è finito qui… dal caldo del Messico siamo passati al freddo (anche con qualche fiocco di neve) del Canada! Un paesaggio totalmente diverso ma non meno affascinante! Vancouver mi ha stupita per grandezza, bellezza e  per la sua ” ordinata caoticità”! abbiamo avuto la fortuna di avere una casa (che gli sposi ci hanno gentilmente messo a disposizione mentre loro erano in viaggio di nozze) tutta per noi; un delizioso appartamentino al centro di Vancouver che ci ha permesso di  visitare  fino in fondo la città permettendoci di vivere un’esperienza unica a contatto con altre abitudini e stili di vita e devo dire che ne vale davvero la pena!

di Vancouver ricorderò la gentilezza della gente, la magnifica vista dal porto , la bellezza di  Stanley Park e la particolarità di Gastown; mi mancherà passeggiare tra i quartieri e scorgere uno scoiattolo tra le foglie; mi mancheranno i suoi tramonti…ci avevano avvisati…ed avevano ragione…sono i più belli mai visti! mi mancherà il suo autunno…passeggiare tra gli aceri, sentire lo scricchiolio delle foglie  ormai cadute sotto i piedi e guardare i loro colori  perfetti, così caldi e sbiaditi dal freddo. E’ stato divertente trascorrere lì la notte di Halloween; lasciare nell’ingresso del palazzo le caramelle per i bambini; passeggiare tra i quartieri e trovare tutti i palazzi e le case decorate, bambini mascherati e zucche decorate.

Mi auguro di tornarci presto, magari in estate, per poter visitare i laghi e le montagne e per rimanere, ancora una volta, affascinata e stupida dai suoi paesaggi incantati…

Difficile non continuare a pensare a questo viaggio, anche a quasi un anno di distanza! difficile non voler ripartire alla scoperta di altri Paesi; ma ora ci sono nuovi progetti che richiedono tutta la nostra attenzione; un matrimonio da organizzare, una casa da sistemare e una nuova vita da organizzare…finalmente in due!

Al prossimo post….

Bomboniere fragoline laurea

Sono passati molti mesi  (quasi 5!!!!) da quelle giornate magiche ma molto stressanti! la Laurea Magistrale della mia dolce metà ed un viaggio lungo da preparare ( su cui spero di fare presto un post perchè lo merita!). Pensando a quel periodo sono rimasti solo bellissimi ricordi; l’allegria, la trepidazione, l’ Amore, tanta gioia e felicità! come spesso accade, anche in questo caso, ci si dimentica di tutto lo stress, le corse per preparare i bagagli, le ultime cose da comprare, una Laurea da organizzare, i regali da scegliere, gli ultimi ordini da realizzare perchè era necessario che tutti i pacchi con i fiocchi di nascita arrivassero a destinazione prima della mia partenza…

e in quelle giornate, anche se piene,  frenetiche, stancanti non potevo far passare “inosservata” questa Laurea speciale! dovevo assolutamente realizzare qualcosa come avevo fatto per la Triennale ormai 3 anni fa…e così, per non realizzare la solita bomboniera e per variare rispetto alla volta scorsa ho realizzato dei segnaposto!

Ecco le mie bomboniere fragoline laurea portaconfetti che avete visto in altre occasioni, ma questa volta (per la prima volta) rigorosamente in rosso ed al loro interno ho inserito 5 confetti alla mandorla, anche questi, rossi!

Cosa ne pensate di queste bomboniere fragoline laurea? io le trovo molto carine, spiritose, nuove e raffinate nella loro semplicità! utilizzate come segnaposto, come nel mio caso, danno molto colore alla tavola rendendola più ricercata pur mantenendo uno stile country.

Utilizzandole come bomboniere, un’idea carina è quella di portarle dentro un cestino in vimini, da cui escono dei triangoli  di tessuto a quadretti bianchi e rossi,  come se fossero delle vere fragole! in questo modo attireranno l’attenzione e la curiosità degli invitati durante tutta la festa e “l’effetto wow” è assicurato!!

Spero di tornare presto con un nuovo post!!!

Accappatoio neonato

In questo periodo riuscire a realizzare qualcosa di nuovo è per me una vera impresa! oltre agli ordini , trovare del tempo per disegnare, immaginare, ricercare il modo migliore per realizzare una cosa nuova è davvero impossibile!

Ma questa volta era inevitabile!!!

Un’amica, nonché collega di lavoro, tra qualche settimana diventerà zia e mi ha chiesto di realizzare un accappatoio per la piccola Greta…potevo dirle di no?? Questo è il risultato…

 

Guardo le foto e mi sembra ancora impossibile di essere riuscita  a realizzare il mio primo accappatoio neonato! Sono davvero molto soddisfatta del risultato! Un’esplosione di morbidezza per avvolgere i vostri “cuccioli” in un caldo abbraccio

Per realizzarlo ho utilizzato della spugna (accuratamente lavata prima di essere utilizzata!) e del cotone rosa a pois per le decorazioni; sul cappuccio dell’accappatoio neonato ho realizzato il muso dell’ orsetto (con tanto  di orecchie!) utilizzando cotone, spugna, bottoni e ricamando alcuni dettagli…infine ho decorato i due angoli con le zampe dell’orsetto e rifinito il tutto con dello sbieco bianco..ma non è finita qui!! dove sarà finito il mio accappatoio neonato??

Ecco che cosa succede quando un’amica ti invita di venerdì sera a cena e poi ti mette all’opera!

E così, in una serata di quelle divertenti tra amici che fanno bene al cuore. Con in mano una tazza di camomilla e nel sottofondo lo scricchiolio del camino, tra risate e chiacchiere ci siamo divertite ad assemblare e decorare questa dolcissima torta stile country, munite di  nastri, colla a caldo, forbici e spillatrice…

Io adoro il risultato!!! Spero che dalle foto si riesca a percepire tutta la dolcezza di questa “torta” di pannolini e di ogni suo dettaglio.

Bomboniere decorazioni Natale

Le feste sono ormai passate e questo è il mio primo post del 2018 !!! visto che non passo qui da un po’, ne approfitto per farvi gli auguri di buon anno! che possa essere pieno di gioia, serenità e tanto amore! con l’augurio che sia colmo di gesti e affetti che scaldano il cuore!

Visto che le giornate fredde e piovose – che fanno diventare il naso freddo e desiderare una tazza bollente di infuso, un camino e una morbida coperta – non sono ancora terminate, ne approfitto per farvi vedere tutto quello che ho realizzato e che non sono riuscita a pubblicare prima…

Oggi vi mostro e vi racconto di un ordine che mi ha tenuto compagnia per varie settimane prima di Natale e che ho adorato! le Bomboniere decorazioni Natale

Realizzare queste bomboniere per il Battesimo del piccolo Giulio, pochi giorni prima di Natale, è stato davvero bellissimo (conosco i suoi genitori da molto tempo e il fatto che abbiano pensato a me per realizzarle mi ha riempito il cuore di gioia) perchè ho sempre desiderato realizzare delle bomboniere a tema natalizio! chi mi conosce sa quanto io ci tenga a curare ogni minimo dettaglio e a quanto sia per me importante realizzare decorazioni abbinate tra loro che, in cerimonie come questa, regalino agli ospiti un bell’effetto d’insieme, capace di catturare la loro attenzione durante tutto il pranzo …

come Bomboniere decorazioni Natale ho realizzato i miei paffuti Babbo Natale, i pupazzi di neve con le guance rosse per il freddo, le calze della Befana e gli alberelli! tutti realizzati a mano in pannolenci ! E, come spesso accade, molti pattern (cioè cartamodelli) di queste decorazioni li ho realizzati io, sono nati dalla mia fantasia!

Ho rifinito le bomboniere decorazioni Natale chiudendole in sacchetti trasparenti, decorando con un fiocco di tulle ripieno di confetti alla mandorla. Non poteva mancare il mio biglietto da visita che per l’occasione non poteva che essere celeste. Per dare il tocco finale, ho spruzzato del profumo per tessuti sul retro di ogni decorazione prima di impacchettarla, in modo da lasciare un piacevole odore all’apertura della bomboniera.

Invece delle bomboniere decorazione Natale, per i compari di battesimo del piccolo Giulio ho realizzato delle ghirlande natalizie sui toni del bianco, avana e oro, mescolando palline in feltro, pigne, decorazioni in legno e nastro di juta, con dettagli brillantinati in oro di gomma crepla che, oltre a dare molta luminosità, richiamano anche il Natale.

Queste sono le bomboniere che piacciono a me: originali e curate nei dettagli. E soprattutto utili, si possono utilizzare sempre per decorare la propria casa.

Ciao, al prossimo post!

Sfere di Natale in country painting

“Handmade” che letteralmente vuol dire “fatto a mano” è la capacità di saper realizzare, per sé e per gli altri, qualcosa di unico! eh si! perchè un oggetto realizzato completamente a mano è sempre speciale e unico!

con il post di oggi riapro il nostro “scatolone dei sogni” e vi faccio dare un’occhiata a delle creazioni davvero speciali! scelgo sempre con molta cura ed attenzione cosa realizzare per me; generalmente scelgo oggetti nuovi, che mi permettono di sperimentare tecniche particolari o, come in questo caso, oggetti che per la loro difficoltà di realizzazione e per la quantità di tempo che si impiega non realizzerei per nessuno se non per me….

Le sfere di Natale in country painting mi hanno dato modo di rispolverare i pennelli e sperimentare la tecnica del country painting su una superficie sferica;

il lavoro è stato tutt’altro che semplice! disegnare i cartamodelli, pitturare piccolissimi dettagli con pennelli e dieci zeri e realizzare delle perfette sfumature in spazi piccolissimi sono solo alcune delle difficoltà, ma devo ammettere che la pittura mi rilassa molto e mi da molta soddisfazione una volta terminato il lavoro…

per il momento ho realizzato tre sfere di Natale in country painting… ne avrei un’altra dentro l’armadio ma per ora custodisco gelosamente queste e aspetto l’ispirazione per dipingere la quarta!

pronti nel cassetto ho altri progetti (più o meno grandi) in country painting che aspettano di essere realizzati su adeguati supporti in legno (difficili da trovare!).

Chissà se presto riuscirò a trovare del tempo per realizzare anche loro??

Al prossimo post!